La radiazione solare comprende diversi tipi di luce, visibile e invisibile. Lo spettro visibile è quello che l’occhio umano percepisce quando la luce bianca passa attraverso un prisma di vetro. Le radiazioni elettromagnetiche infrarosse e UV-A fanno parte, invece, dello spettro di luce invisibile.




Le forme di vita vegetale hanno bisogno della luce solare per svilupparsi. Ultimato il processo di crescita, tuttavia, la protratta esposizione alla luce del sole provoca l’effetto contrario, accelerando il processo di decomposizione delle molecole organiche. Il vetro violetto MIRON funge, in questo senso, da filtro naturale, perché lascia passare solo la radiazione solare utile a proteggere e migliorare la qualità delle sostanze pregiate e sensibili.

Sul mercato è attualmente disponibile una vasta gamma di materiali da imballaggio, ma molti di essi sono permeabili alla luce visibile. I grafici sottostanti mostrano in quale misura la luce penetra i diversi materiali:




Il vetro violetto MIRON blocca l’intero spettro di luce visibile a eccezione dei raggi ultravioletti consentendo, nello stesso tempo, il passaggio di una certa quota di radiazione UV-A e infrarossa. Questa esclusiva combinazione garantisce una protezione ottimale contro i processi d’invecchiamento provocati dalla luce visibile e aumenta, così, la durata e l’efficacia dei prodotti.

I vantaggi del vetro violetto MIRON sono comprovati da tutta una serie di test condotti da MIRON Violettglas AG sia internamente, sia in collaborazione con diversi istituti scientifici. Un’ulteriore conferma alla funzionalità del materiale viene da Biofotonica.