La biofotonica, il cui nome deriva dal greco “bios” (“vita”) e “phos” (“luce”), è una disciplina che affronta le problematiche medico-biologiche analizzando i processi che hanno luogo a livello cellulare sulla base sull’interazione fra luce e materiale vivente e che, a tale scopo, si serve di tecnologie quali microscopia, spettroscopia e laser.

Uno degli obiettivi centrali della ricerca biofotonica consiste nel valutare le opportunità di applicazione della luce a settori quali produzione alimentare, farmacia e tecnologie medico-biologiche. Con l’ausilio della luce è possibile osservare, in brevissimo tempo e senza disturbo alcuno per l’organismo, i processi che avvengono all’interno delle cellule viventi.

In prima linea, da questo punto di vista, l’Istituto Internazionale di Biofisica diretto dal Prof. Popp, che ha gettato le basi dell’analisi sui biofotoni e che continua a svolgere un importante lavoro di ricerca in questo campo (IBB).